• lineaswebmaster@gmail.com

Archivio mensilemaggio 2016

Il futuro di internet è in pericolo secondo gli esperti

Che cosa accadrebbe se i 3 miliardi di persone che sono attualmente al di fuori linea rimangono scollegati senza opportunità di fare affari o anche trovare informazioni su internet?

 

 El futuro de la internet corre peligro según expertos

Immaginate di non essere in grado di collegarsi con il popolo e non avere accesso alle informazioni su internet da qualsiasi luogo del mondo in cui si trovano. O immaginare che interessi privati o i governi hanno libero accesso alle vostre informazioni personali.

E che cosa accadrebbe se i 3 miliardi di persone che sono attualmente al di fuori linea rimangono scollegati senza opportunità di fare affari o anche trovare informazioni su internet? Questi sono i possibili scenari estremi, ma se non agiamo subito, il futuro di una rete di computer compreso, aperta, sicura e affidabile è in pericolo.

La necessità di affrontare questi problemi è il messaggio centrale dall One Internet, la relazione finale con le raccomandazioni della Commissione mondiale sulla governance di Internet (la Commissione) rilasciato oggi in sede di OCSE Riunione ministeriale sulla economia digitale in Cancun, Messico.

La relazione del comitato – presieduto dall’ex Primo ministro svedese Carl Bildt – contiene una serie di raccomandazioni concrete essenziali per la salvaguardia del futuro promesso internet in termini di maggiore libertà digitale, sicurezza, affidabilità e accessibilità per tutti.

“Internet è a un bivio. Le minacce alla privacy e il rischio che internet si sgonfierà sono reali”, ha dichiarato Bildt. “Se vogliamo un futuro in cui il web continuano le opportunità come un fattore di crescita economica momentum, la libertà di espressione, politiche di uguaglianza e di giustizia sociale, allora i governi, la società civile e il settore privato dovrebbero scegliere in modo proattivo che futuro e quindi a prendere le misure necessarie per raggiungerlo”.

Oggi internet tocca quasi tutti gli aspetti della nostra vita ed è diventato il più potente infrastruttura del mondo. La sua importanza è destinata a crescere insieme con il ‘internet delle cose” (Internet delle cose). Tuttavia, l’accesso a servizi essenziali di una rete di computer è in pericolo; la gente non la fiducia che è sicuro e la tecnologia sottostante richiede già importante aggiornamento.

Uno degli indirizzi Internet una vasta gamma di questioni relative alla governance di internet. Ancora più importante, la Commissione sottolinea la necessità di garantire che tutte le parti della società per raggiungere un nuovo patto sociale come base per la governance di internet stessa che includerà principi quali:

. I governi non dovrebbero esigere che i terzi potrebbero indebolire  le norme nel campo della crittografia mediante “back doors” nascosto nella tecnologia.

. Le imprese non devono diventare il braccio esecutore dei governi. I soggetti privati devono pubblicare relazioni di trasparenza che mostra la quantità di contenuto che si sta limitando o bloccando in risposta alle richieste da parte dei governi, insieme con la forma e il motivo che sta bloccando .

. I governi dovrebbero negoziare un elenco di obiettivi che sono al di fuori del campo di applicazione di attacchi informatici.

. I consumatori devono avere la libertà di scegliere i servizi che essi impiegano e di intervenire maggiormente per quanto riguarda l’uso che i fornitori di “libero” servizi di fornire i loro dati per scopi commerciali per l. Essi non devono essere esclusi dall’uso di software o i servizi abituali come risultato delle preoccupazioni che essi possono avere circa il modo in cui i vostri dati personali verranno utilizzati.

. I mercati assicurativi deve favorire un clima di garantire che sia ricompensato adeguatamente le migliori pratiche nel campo della protezione dei dati e sicurezza.

. A causa del suo impatto sul parere e il comportamento umano, i governi, la società civile e il settore privato devono unire le forze al fine di comprendere l’impatto degli algoritmi in il contenuto pubblicamente disponibili online.

. Ci deve essere una continua evoluzione in un processo di governance di internet aperto, con più partecipanti e di ampio respiro, al fine di garantire l’esistenza di un sistema unificato di Internet globale.

_ La versione integrale della relazione, con tutte le raccomandazioni della Commissione, è disponibile online – solo in inglese-,: http://ourinternet.org/report.

YouTube Unplugged

Che cosa è YouTube Unplugged?

youtube unpluggedYoutube Unlpugged, è un servizio televisivo mensile online. Si tratta di una piattaforma online di Google TV, dove è possibile scegliere cosa e quando guardare i vostri programmi.

Alphabet , la nuova organizzazione della società Google, sta lavorando su YouTube Unplugged , un servizio che metterà contenuti televisivi attraverso la sua piattaforma video. I gestori già essere in trattative con le principali catene americane come NBCUniversal Comcast Corp., XXI Century Fox Inc. e la CBS Corp., tra gli altri.

Secondo di dati arriverà nel 2017 e il prezzo è ancora sconosciuto, ma si dice di essere molto inferiore a quello dei pacchetti attuali che lasciano la TV via cavo o via satellite . YouTube sta lavorando per introdurre la televisione via cavo on-line dal 2012, e sembra di essere in via di fasi finali.

youtube nuova applicazione iphone

Con la crescente domanda di servizi di pagamento online , ma non è irragionevole per pensare che il progetto di Google sarà un grande successo , soprattutto se si considerano i vantaggi di YouTube come una piattaforma .

Di Naturalmente, va da sé che Youtube Unplugged non ha strada libera oggi sono Netflix il più popolare nella regione, HBO Go, Hulu, ognuno con le sue nuove piattaforme clienti già esistenti e attirando, sono molti vantaggi per entrambe le società così come per gli utenti, e dobbiamo aspettare un anno per vedere come il gigante di Internet che opera in un mercato abbastanza fatica a entrare nelle case degli utenti.

youtube nuova generazione

Anche se questi servizi non hanno notizie ed eventi sportivi, il bilancio è molto positivo per quanto riguarda l’intrattenimento è interessato, è superiore ai modelli di business esistenti. Le persone stanno lasciando il cavo o via satellite da diversi ragioni: poco tempo, scarsa qualità visiva, di contenuto alcune attrazioni, interruzioni pubblicitarie, tra le altre ragioni.

Google utilizza in Francia la sanzione per il mancato rispetto del diritto all’oblio

google notizie

Google ha presentato ricorso alla Corte suprema amministrativa della Francia, il provvedimento emesso dalla competente Commissione nazionale francese sulla informatica e libertà (CNIL) sulla protezione dei dati, che lo ha costretto a estendere il diritto all’oblio al di là dei domini europei .

L’agenzia aveva ufficialmente informato il giugno scorso che, per rispettare la legge dovrebbe essere rimosso pagine in tutto il mondo, e non solo il motore di ricerca francesi, nel marzo è stato multato di 100.000 euro per non aver regolato la loro richiesta.

“Rispettiamo le leggi dei paesi in cui operiamo, ma se la legge di gala diventa applicabile in tutto il mondo, quanto in altri paesi forse non il più aperto e democráticos- sarebbe stato necessario per iniziare chiedendo che le loro leggi che regolano le informazioni hanno una portata globale? “Google ha detto in un comunicato.

vice presidente senior e capo consulente legale della società, Kent Walker ha detto in tale nota che la richiesta francese  può portare a una corsa al ribasso nel mondo, che mettere in pericolo l’accesso alle informazioni che è perfettamente legittimo nel paese di ciascuno. 

Google ha ricordato che il cosiddetto diritto all’oblio è stato il risultato di una sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea (CGE) nel 2014 e consente agli europei di rimuovere alcuni dei link che offrono i motori di ricerca durante la ricerca per il nome di una persona.

Il gigante del software ha considerato che già soddisfa tale opinione in tutti i paesi dell’UE. Ad oggi, secondo i loro dati, ha esaminato quasi mezzo milione di pagine web in Europa ed eliminato circa il 40% dei risultati ottenuti.

Solo in Francia, ha aggiunto, sono stati verificati e rimosso 300.000 pagine quasi la metà.

Il gruppo ha insistito che l’ultimo ordine del CNIL comportare la rimozione dei link ad domini dei contenuti di un gran numero di paesi in cui questo “può essere perfettamente legale.

Abbiamo ricevuto richieste da vari governi di rimuovere contenuti a livello globale per ragioni diverse, e abbiamo resistito, anche se a volte ha portato al blocco dei nostri servizi”, ha detto Walker.

Il ministro ha sottolineato che la domanda è presentata in difesa del “principio fondamentale del diritto internazionale” e ha detto di sperare che la Corte francese “mantenere i diritti dei cittadini di tutto il mondo di accedere alle informazioni legali.